Un prolungato digiuno crea infiammazione? e se questo accade, quali sono i rischi per la nostra salute?

Qualche anno fa (2020) un gruppo di ricercatori americani ha voluto capire cosa succede alle persone che digiunano per 10 giorni di fila.

Il design dello studio è stato molto semplice: sette persone sono state invitate in un laboratorio e sono rimaste lì per 10 giorni, consumando solo acqua, un multivitaminico e alcuni elettroliti, senza introdurre alcuna caloria. Il loro peso corporeo e la loro percentuale di grasso sono stati misurati all’inizio e alla fine del digiuno.

I Risultati

Quanto peso hanno perso queste persone? Hanno perso in media 7,2 kg, con una persona che ha perso fino a 8,4 kg.

La Perdita Effettiva di Grasso Corporeo

Quanto grasso corporeo hanno effettivamente perso? In media, hanno perso 1,69 kg di grasso, con alcuni partecipanti che hanno perso anche di più.

Perché c’è questa discrepanza tra la perdita di peso e quella di grasso? La maggior parte della perdita di peso iniziale è probabilmente dovuta alla riduzione del glicogeno e del peso dell’acqua. Tuttavia, perdere quasi 2 kg di grasso puro in 10 giorni è davvero impressionante.

Risultati inaspettati…

Il risultato inaspettato, però, è arrivato dai marker dell’infiammazione nel sangue. Lo studio ha anche riscontrato un aumento dell’infiammazione generale.

I ricercatori hanno prelevato campioni di grasso dai partecipanti prima dell’inizio del digiuno, dopo un giorno di digiuno e dopo 10 giorni di digiuno, che segnava la fine dell’esperimento. Successivamente, hanno confrontato l’espressione genica del tessuto adiposo nei tre momenti e cercato eventuali differenze.

Cambiamenti nel profilo genetico

Curiosamente, non ci sono state differenze significative tra la condizione di non digiuno e quella di 1 giorno di digiuno. Tuttavia, dopo 10 giorni di digiuno, il profilo genetico è cambiato in modo drammatico. In altre parole, l’espressione del DNA all’interno delle cellule era stata modificata dal digiuno idrico.

I ricercatori hanno poi deciso di concentrarsi su alcuni geni particolarmente interessanti, in particolare quelli legati alla lipogenesi e alla lipolisi. La lipogenesi si riferisce all’accumulo di grasso nelle cellule, mentre la lipolisi riguarda la decomposizione o il rilascio del grasso. Come previsto, i geni dell’accumulo di grasso sono stati repressi durante il digiuno, ma sorprendentemente non è stato osservato un aumento dell’espressione dei geni della decomposizione del grasso, tranne per un piccolo gruppo di geni legati all’autofagia. Questo li ha portati a considerare se potesse esserci qualcosa di particolare legato all’infiammazione.

L’infiltrazione delle Cellule Immunitarie

Hanno quindi analizzato i campioni rimanenti e hanno osservato il tessuto adiposo al microscopio, sia prima del digiuno che al decimo giorno di digiuno. Hanno misurato la quantità di macrofagi, che sono cellule immunitarie presenti nel tessuto adiposo. È emerso che il digiuno idrico ha aumentato l’infiltrazione delle cellule immunitarie nel tessuto adiposo. Inoltre, osservando più da vicino i macrofagi, hanno scoperto che erano pieni di vescicole lipidiche, cioè sacche di grasso.

Hanno condotto altri esperimenti per determinare se i macrofagi erano in uno stato attivato, cioè pro-infiammatorio, e hanno scoperto che erano in uno stato intermedio tra pro-infiammatorio e anti-infiammatorio. Questi risultati sono stati confermati da marcatori infiammatori e anti-infiammatori sistemici (PCR, TNF).

Cos’è l’Adipocita?

Immaginate di zoomare sui vostri tessuti adiposi, quelle cellule piene di trigliceridi, il grasso che il nostro corpo immagazzina. 🌟 Durante il digiuno idrico, quando bevi solo acqua e elettroliti, avviene qualcosa di affascinante: le cellule di grasso, o adipociti, reagiscono in modi sorprendenti.

Pensate agli adipociti come a magazzini pieni di pacchetti di grasso pronti per essere spediti. 🚚 Ma, quando digiuniamo, il nostro corpo cerca di liberarsi di questi pacchetti il più velocemente possibile. I “lavoratori” di questo magazzino sono enzimi specializzati, come la lipasi, che accelerano la liberazione di grasso.

Il digiuno idrico è il modo più rapido per perdere grasso, ma crea un problema: le cellule adipose non riescono a rilasciare i trigliceridi abbastanza velocemente. E qui entra in gioco l’infiammazione.

Uno studio ha scoperto che le cellule immunitarie, in particolare i macrofagi, interagiscono con le cellule di grasso in un modo mai visto prima. 🧫 Queste cellule immunitarie, che solitamente combattono le infezioni, si riempiono di grasso proprio come le cellule adipose!

Utilizzando immagini fluorescenti, i ricercatori hanno scoperto che queste cellule immunitarie, i macrofagi contengono grandi quantità di grasso (proprio quelle segnalate dalla freccia nelle immagini e di colore verde).

Quindi, cosa succede esattamente? Durante il digiuno, le cellule adipose rilasciano piccole goccioline di grasso direttamente ai macrofagi, che poi aiutano a distribuire questo grasso al resto del corpo. Questo è davvero sorprendente!

Ma perché tutto questo è così interessante? La mia ipotesi è che i macrofagi aiutino a smaltire il grasso in eccesso quando le cellule adipose non riescono a farlo abbastanza rapidamente, soprattutto durante il digiuno. 🕵️‍♂️

In altre parole, l’aumento dell’infiammazione non è necessariamente un male. Anzi, potrebbe essere una risposta adattativa del nostro corpo per gestire il grasso in eccesso durante periodi di digiuno prolungato.

L’Infiammazione: Amica o Nemica?

Quindi, è ora di smettere di pensare all’infiammazione come qualcosa di esclusivamente negativo. Dobbiamo contestualizzarla e capire il ruolo che gioca nel nostro corpo.

Cosa Significa Tutto Questo?

Questo suggerisce ai ricercatori che il digiuno idrico potrebbe aumentare l’infiammazione nel tessuto adiposo richiamando le cellule immunitarie in quella zona. Si potrebbe ipotizzare che le cellule adipose, invece di decomporre le molecole di grasso da sole, rilasciano semplicemente grandi quantità di grasso nel fluido extracellulare, dove i macrofagi le assorbono e forse aiutano a decomporle.

Speculando, potrebbe trattarsi di una reazione all’estrema perdita di grasso che il corpo sta affrontando non consumando nulla, al punto che le cellule adipose non riescono a tenere il passo semplicemente decomponendo le molecole di grasso con il loro metodo normale. Invece di affidarsi solo a quel sistema, richiamano le cellule immunitarie per aiutare a decomporre il grasso dai depositi.

E voi cosa ne pensate? 🤔 Avete altre teorie su questa reazione del nostro corpo? Fatemelo sapere nei commenti!