Che impatto può avere una colazione sulla tua giornata? Un impatto Enorme.
La differenza tra scegliere dei cereali da banco, avena o uova e pancetta può determinare tutta la tua giornata, questo quello che emerge da uno studio della Columbia University che hanno analizzato le conseguenze di un tipo di colazione rispetto all’altro (1).

Perchè la colazione è così importante?

Nello studio sopracitato gli autori volevano capire come la colazione potesse influire sull’appetito, la sensazione di sazietà e la quantità di calorie mangiate nel pasto successivo, in concomitanza con campioni di sangue per misurare le concentrazioni di glucosio, insulina, glucagone, leptina e le tracciante dello svuotamento gastrico.

Per questo hanno preso un gruppo di 36 persone, 18 normopeso e 18 sovrappeso, ed agli stessi hanno assegnato 3 tipi di colazioni diverse: avena, Corn flakes o acqua.
Hanno poi valutato quante calorie i partecipanti avrebbero mangiato nel pasto successivo, a distanza di 3 ore.

Risultati

Il gruppo avena non solo si sono sentiti più pieni e più sazi e con concentrazioni di glicemia e insulina più basse nel sangue, ma hanno mangiato molto di meno durante il pranzo.

Nel gruppo delle persone sovrappeso che hanno mangiato avena a colazione, a pranzo hanno mangiato meno della metà delle calorie, circa 400 calorie in meno, che sono addirittura meno delle calorie apportate dalla stessa avena.

Ciò significa, concludono gli autori, che l’avena apporta delle calorie NEGATIVE.

Contrariamente, il corn flakes erano così poco sazianti che il gruppo “cereali” ha mangiato tanto quanto il gruppo “solo acqua”. Come se mangiare corn flakes fosse come NON aver mangiato niente!

Le abitudini alimentari italiane

Purtroppo le statistiche ci dicono che solo il 6% della popolazione americana ed occidentale mangia avena tutti i giorni (2). Perdere questa colazione è ancora più deleterio se si pensa che spesso questi cereali sono gli unici consumati in tutto l’arco della giornata (3).

Visto che il consumo di cereali integrali è associato ad un ridotto rischio di morire prematuramente di cancro, malattie cardiache, e tutte le cause messe insieme (4), capirai anche tu che la scelta di ciò che mangi la mattina va oltre una semplice questione di gusto.

Cereali a colazione

Uno studio dell’università di Harvard che ha seguito centinaia di migliaia di persone per più di una decade a scoperto che quelli che consumano cereali la mattina tendono a vivere più a lungo, probabilmente per il maggior consumo di fibre (5). Il beneficio è infatti limitato ai cereali integrali (6).

La colazione dei bambini

I cereali per bambini sono i peggiori. Nei cereali per bambini pubblicizzati in America sono stati riscontrati livelli di zucchero maggiore dell’85%, 65% in meno di fibre e 60% in più di sodio rispetto ai cereali per adulti (7).

L’inganno più grande, però, è quello di aggiungere altri nutrienti a questi cereali. Spesso infatti potrai trovare anche tu lo slogan: “fortificati con”, “con aggiunta di” per richiamare l’attenzione su vitamine e minerali.

“Aggiungere vitamine e minerali ai cereali è più dannoso che inutile. Il messaggio nascosto è che è sano mangiarne di più” (8). Viene scritto in un editoriale di medicina.

é infatti stimato che se un bambino mangia ogni giorno una porzione di questi cereali per la colazione, finisce per consumare circa 5kg in più di zucchero ogni anno, circa 1000 cucchiai di zucchero in più, solo a partire dalla mattina (9).