Le uova sono una buona fonte di proteine ​​di alta qualità, vitamine e altri nutrienti bioattivi come lecitine e carotenoidi [1]. Sono raccomandate come parte di una dieta sana nelle linee guida dietetiche statunitensi 2015-2020 [2].

Tuttavia, molte persone non consumano uova o tuorli a causa dell’elevata quantità di colesterolo (circa 186 mg di colesterolo/uovo), che potrebbe rappresentare un fattore di rischio alimentare per la salute cardiovascolare [3].

Le raccomandazioni generali

Negli ultimi decenni, per la prevenzione delle malattie cardiovascolari era stato inizialmente raccomandato di limitare l’assunzione di colesterolo nella dieta a 300 mg/giorno [5]. Tuttavia, la meta-analisi più recente ha mostrato risultati eterogenei sulla relazione tra colesterolo alimentare e rischio di morte per cause cardiovascolari, malattia coronarica e ictus [6].

A causa delle prove inadeguate, l’American Heart Association e l’American College of Cardiology [7] e le linee guida dietetiche statunitensi 2015-2020 non hanno portato avanti il ​​limite massimo per il colesterolo alimentare.

Tuttavia, gli studi inclusi in queste meta-analisi avevano campioni di dimensioni relativamente piccole o pochi casi, il che potrebbe non supportare stime robuste degli effetti quando si esaminano le associazioni con la mortalità per varie cause. Inoltre, non è chiaro se le associazioni differiscano tra uova intere e albumi/sostituti e se le associazioni vengano modificate da metodi di cottura come la frittura.

Per colmare queste lacune, uno studio del 2021 fatto da ricercatori cinesi ha valutato le associazioni tra l’assunzione di uova e colesterolo alimentare con la mortalità per tutte le cause e per causa specifica nello studio NIH-AARP Diet and Health, che ha un gran numero di partecipanti (n = 521.120) e casi di morte (n = 129.328).

I risultati ci hanno lasciato a bocca aperta…

Le uova aumentano il tuo rischio di morte

Lo studio si intitola così: “Egg and cholesterol consumption and mortality from cardiovascular and different causes in the United States: A population- based cohort study”.

Perché è stato fatto questo studio sulle uova?

Le linee guida dietetiche 2015-2020 per gli americani raccomandano di consumare quanto meno colesterolo alimentare possibile seguendo un modello alimentare sano ma, il colesterolo non è un nutriente che preoccupa per un consumo eccessivo.

Esistono prove limitate e inconcludenti sulle associazioni tra l’assunzione di uova o di colesterolo nella dieta e la mortalità per tutte le cause e per malattie cardiovascolari.

Le associazioni tra l’assunzione di uova o colesterolo alimentare e la mortalità per cause non cardiovascolari, tra cui cancro, malattie respiratorie, diabete e morbo di Alzheimer, sono in gran parte sconosciute.

Cosa hanno fatto e cosa hanno scoperto i ricercatori?

I ricercatori hanno utilizzato i dati di 521.120 partecipanti del Diet and Health Study NIH-AARP con un follow-up medio di 16 anni per valutare l’associazione tra l’assunzione di uova e colesterolo e la mortalità per tutte le cause e per causa specifica.

Il consumo di uova intere e colesterolo era associato positivamente al rischio di mortalità per tutte le cause e per cause principali, mentre il consumo di albume/sostituti era inversamente associato alla mortalità.

I modelli di mediazione stimavano che l’aumento della mortalità associato al consumo di uova intere fosse largamente influenzato dal consumo di colesterolo.

La sostituzione di mezzo uovo intero con albumi/sostituti o altre fonti proteiche contenenti meno colesterolo è associata a una mortalità complessiva inferiore e alla mortalità per cause principali, tra cui malattie cardiovascolari, cancro e malattie respiratorie.

Cosa significano questi risultati?

Le attuali raccomandazioni relative all’assunzione di uova e colesterolo alimentare contenute nelle linee guida dietetiche statunitensi potrebbero portare ad un aumento dell’assunzione di colesterolo, il che potrebbe essere dannoso per la prevenzione della morte prematura.

I medici ed i politici dovrebbero continuare a evidenziare la limitazione dell’assunzione di colesterolo nelle raccomandazioni dietetiche statunitensi, considerando questi risultati.

Le linee guida dietetiche statunitensi potrebbero raccomandare di sostituire le uova intere con albumi/sostituti o fonti proteiche alternative per facilitare la salute cardiovascolare e la sopravvivenza a lungo termine.