L’epicondilite, nota anche come “gomito del tennista”, è una condizione dolorosa che colpisce molte persone, specialmente quelle di età superiore ai 50 anni. Sebbene il nome suggerisca una correlazione con il tennis, questa condizione può affliggere chiunque esegua movimenti ripetitivi del polso e del braccio. In questo articolo esploreremo le cause, i sintomi e le strategie di prevenzione e trattamento dell’epicondilite, con un occhio attento alle più recenti evidenze scientifiche.

Cos’è l’Epicondilite?

L’epicondilite è un’infiammazione dei tendini che si inseriscono sull’epicondilo laterale del gomito. Questo problema è spesso il risultato di microtraumi ripetuti, che causano microstrappi nei tendini e portano a dolore e infiammazione. La condizione può essere suddivisa in epicondilite laterale (gomito del tennista) ed epicondilite mediale (gomito del golfista), a seconda dell’area del gomito colpita.

Cause dell’Epicondilite

Le cause principali dell’epicondilite sono legate a movimenti ripetitivi del braccio e del polso, come quelli eseguiti durante attività sportive (tennis, golf) o professionali (uso di strumenti manuali, digitazione). Anche una scarsa tecnica sportiva o l’utilizzo di attrezzature inappropriate possono contribuire allo sviluppo di questa condizione.

Sintomi

I sintomi tipici dell’epicondilite includono:

  • Dolore e sensibilità nella parte esterna (laterale) o interna (mediale) del gomito.
  • Dolore che si irradia lungo l’avambraccio.
  • Debolezza del braccio e difficoltà a eseguire movimenti quotidiani come stringere la mano, sollevare oggetti o girare una chiave.

Prevenzione dell’Epicondilite

La prevenzione dell’epicondilite si basa sull’adozione di pratiche che riducono il rischio di stress ripetitivo sui tendini. Alcuni consigli utili includono:

  • Esercizi di rinforzo: Eseguire esercizi mirati a rafforzare i muscoli dell’avambraccio può migliorare la resistenza dei tendini.
  • Correzione della tecnica: Assicurarsi di utilizzare la tecnica corretta durante le attività sportive o lavorative.
  • Pausa e stretching: Fare pause regolari durante attività ripetitive e praticare stretching per mantenere la flessibilità dei muscoli e dei tendini.
  • Attrezzature adeguate: Utilizzare attrezzi e strumenti ergonomici che riducano lo stress sul gomito.

Trattamento dell’Epicondilite

Il trattamento dell’epicondilite può includere approcci conservativi e, in casi gravi, interventi chirurgici. Tra le strategie conservative troviamo:

  • Riposo e modifiche delle attività: Ridurre o modificare le attività che causano dolore può permettere ai tendini di guarire.
  • Ghiaccio e farmaci antinfiammatori: L’applicazione di ghiaccio e l’uso di antinfiammatori non steroidei (FANS) possono ridurre il dolore e l’infiammazione.
  • Terapia fisica: Un fisioterapista può prescrivere esercizi specifici e tecniche di terapia manuale per migliorare la funzionalità del gomito.
  • Tutori e bendaggi: L’uso di tutori o bendaggi può alleviare la pressione sui tendini durante le attività quotidiane.

Conclusioni

L’epicondilite è una condizione dolorosa ma gestibile con le giuste strategie di prevenzione e trattamento. Adottare abitudini corrette e rivolgersi a professionisti della salute può fare la differenza nel migliorare la qualità della vita e prevenire recidive. Se sospetti di soffrire di epicondilite, è importante consultare un medico per una diagnosi accurata e un piano di trattamento personalizzato.

Riferimenti scientifici

  1. Smidt, N., van der Windt, D. A. W. M., Assendelft, W. J. J., Deville, W. L., Korthals-de Bos, I. B. C., & Bouter, L. M. (2002). Effectiveness of corticosteroid injections versus physiotherapy for treatment of lateral epicondylitis: a systematic review. British Medical Journal, 325(7367), 468.
  2. Vicenzino, B., Wright, A., & Griffiths, S. (1996). A randomised controlled trial of exercise and manipulative therapy for lateral epicondylalgia. British Journal of Sports Medicine, 30(3), 202-206.
  3. Coombes, B. K., Bisset, L., & Vicenzino, B. (2009). Management of lateral elbow tendinopathy: one size does not fit all. Journal of Orthopaedic & Sports Physical Therapy, 39(4), 200-209.

Attraverso un’attenta gestione e con il supporto di professionisti, è possibile superare il dolore dell’epicondilite e tornare a svolgere le attività quotidiane senza limitazioni.