Negli ultimi anni, per la prima volta dal 1900, l’aspettativa di vita generale sta diminuendo invece di aumentare.

Un documento fondamentale pubblicato in Europa più di dieci anni fa, intitolato “Healthy Living Is the Best Revenge”, ha scoperto che aderire a soli quattro semplici fattori di stile di vita sano rispetto a nessuno potrebbe potenzialmente avere un forte impatto sulla prevenzione delle malattie croniche.

Stiamo parlando di quasi l’80% in meno di rischio di malattie croniche: diminuendo il rischio di diabete del 93%, diminuendo il rischio di infarto dell’81%, dimezzando il rischio di ictus e di cancro del 36%.

Pensa a cosa significa. Il potenziale per prevenire malattie e morte è enorme. Solo negli Stati Uniti ogni anno si verificano mezzo milione di attacchi cardiaci, mezzo milione di ictus, un milione di nuovi casi di diabete e un milione di nuove diagnosi di cancro.

Il messaggio è chiaro: adottare alcuni comportamenti sani può avere un impatto notevole.

Aspettativa di vita: 4 fattori

Quali sono questi quattro favolosi fattori?

  1. Non fumare mai,
  2. non essere obeso,
  3. fare una media di circa mezz’ora di esercizio fisico al giorno
  4. aderire a principi dietetici sani, come molta frutta, verdura e cereali integrali e meno carne.

Segui queste quattro semplici regole e boom! Goditi una riduzione del rischio di gravi malattie croniche di quasi l’80%.

I numeri

Cosa significa questo per il rischio di mortalità? Un gruppo simile di quattro comportamenti sanitari combinati prevedeva una differenza di quattro volte nella mortalità totale, con un impatto stimato equivalente a 14 anni in età cronologica, il che significa che gli individui morivano a un ritmo così ridotto che era come se fossero 14 anni più giovani .

“Finalmente un regime per prolungare l’aspettativa di vita umana”.

Questo commento si riferiva ad uno studio, in cui è stata effettuata un’analisi simile dell’impatto di comportamenti di stile di vita sani sull’aspettativa di vita, ma questa volta ha esaminato direttamente la popolazione degli Stati Uniti, il che è particolarmente importante, poiché gli americani hanno un’aspettativa di vita più breve rispetto alla popolazione di quasi tutti gli altri paesi ad alto reddito.

I ricercatori hanno concluso che l’adozione di uno stile di vita sano potrebbe ridurre sostanzialmente la mortalità prematura e prolungare l’aspettativa di vita negli adulti statunitensi. Ok, ma di quanto?
Hanno stimato che l’adesione a uno stile di vita a basso rischio potrebbe prolungare l’aspettativa di vita all’età di 50 anni di 14,0 anni nelle donne e di 12,2 anni negli uomini. Quindi, se hai 50 anni in questo momento, invece di vivere solo fino a 79 se sei una donna, e 75½ se sei un uomo, prenderti anche solo la minima cura di te stesso potrebbe spingerti a un’aspettativa di vita media di 93 anni se sei una donna e 87½ se sei un uomo.

Aspettativa di vita, puoi cambiare il tuo futuro?

La conclusione è che non è mai troppo tardi per tornare indietro nel tempo.  Almeno cinque porzioni giornaliere di frutta e verdura, camminare anche solo per 20 minuti al giorno, mantenere un peso sano e non fumare, si traduce in una sostanziale riduzione della mortalità anche negli anni successivi. Stiamo parlando di un rischio di morte inferiore del 40% nei successivi quattro anni. Pertanto, apportare le modifiche necessarie per aderire a uno stile di vita sano potrebbe essere considerato estremamente utile, e la mezza età non è certamente troppo tardi per agire.

Per inciso, la realizzazione dei 12-14 anni di studio sulla vita aggiunta si è basata sui dati degli operatori sanitari, il che mi ha entusiasmato per tutti i potenziali effetti a catena. Se gli operatori sanitari cominciassero a migliorare la propria salute, potrebbero diventare modelli di comportamento per uno stile di vita più sano e potenzialmente salvare più vite oltre alla propria. Ma potrebbe essere stato solo un pio desiderio. Mettere in pratica ciò che predichi a volte può rivelarsi controproducente. Evidentemente, “le manifestazioni di eccellenza possono paradossalmente allontanare proprio le persone che stanno cercando di ispirare”.

Salute ed effetti avversi

Daresti per scontato che non essere un ipocrita e provare a camminare per strada porterebbe solo a conseguenze positive, ispirando fiducia negli altri. Non vuoi un istruttore di danza che sappia ballare, un insegnante di musica che sappia suonare e un professionista sanitario che sia sano? Ma questa semplice intuizione non tiene conto della preoccupazione di far sentire gli altri inadeguati. Come sapete, i vegetariani sono il bersaglio di una sorprendente quantità di ostilità e bullismo. Questo perché possono sembrare moralmente superiori e far sentire le persone come se fossero disprezzate.

C’è stata un’elegante dimostrazione di questo fenomeno in questo studio in cui “i devianti che prendono la strada maestra minacciano l’autostima morale degli altri”. Questo è quello che hanno fatto. Ai soggetti della ricerca è stato chiesto di completare un compito razzista da parte di uno sperimentatore, e quei ribelli morali che si sono rifiutati di obbedire sono stati applauditi dagli osservatori ma sono stati denigrati dai partecipanti che avevano portato a termine tale compito, e per i quali la posizione del ribelle implicava quindi un’accusa implicita nei loro confronti. mancanza di spina dorsale. Non è interessante?

Come possiamo attuare il cambiamento

Quindi, quando i medici si dipingono come “l’immagine della salute”, i pazienti potrebbero pensare di essere più santi di te e alienare involontariamente le persone, potenzialmente allontanando proprio i pazienti che hanno più bisogno del loro aiuto. Puoi vedere come qualcuno con un problema di peso potrebbe sentirsi minacciato e giudicato da un triatleta medico. Ma cosa dovremmo fare? Vogliamo professionisti sani.

I medici che fumano hanno meno probabilità di dire ai loro pazienti di smettere di fumare, i medici in sovrappeso hanno meno probabilità di consigliare i loro pazienti sul peso e i medici che non si allenano hanno meno probabilità di parlare di esercizio fisico. Ciò che possiamo fare per mettere i pazienti più a loro agio è sottolineare che il nostro ruolo è aiutare le persone a raggiungere i propri obiettivi di salute personali, qualunque essi siano. Gli studi dimostrano che quando i medici lo fanno, adottando questo approccio, aumenta l’attrattiva dei medici focalizzati sul fitness nei confronti dei pazienti in sovrappeso. Quindi, possiamo mostrare un comportamento esemplare, e allo stesso tempo non alienare inavvertitamente proprio le persone che trarrebbero maggior beneficio dalla nostra guida.

Bibliografia